Tempo di gioco

Essendo il D&D PBEM un Gioco di Ruolo basato sulla realtà esiste un “Tempo” di gioco.

La differenza tra i due ambienti d’applicazione, consiste nello scorrere del tempo: mentre nella realtà i “Secondi” compongono un minuto nel gioco i “Round” compongono i “Turni”.

Il Round è quindi l’unità di base del tempo.

I Round sono usati per compiere azioni d’ogni genere, movimento, dialogo, lancio di un incantesimo, raccolta di un oggetto, estrazione di un’arma, bevuta di una pozione, etc...

Per rapportare i secondi ai Round e i minuti ai Turni è necessario seguire la seguente regola: 1 Round = 10 Secondi

1 Turno = 10 Minuti

6 Turni = 1 Ora

1 Turno = 60 round

La logica ci porta a chiedere come interpretare nel GDR questa regola. In realtà anche nel gioco esistono le ore e i minuti, i Round e i Turni sono usati solo per determinare il tempo di un’azione quindi se un PG chiede "Che ore sono?" non si sentirà rispondere "20 Turni e 30 Round" ma l'orario reale ovvero "le 13 e 30".

All’interno del Turno un PG può fare qualunque azione. Un’azione richiede un Round ma è anche possibile che ne richieda più di uno sino a giungere alla gestione dei turni.

Per esempio:

PG: "Bevo una pozione..."

Master : "Ok, impieghi un Round...."

PG: "Estraggo la spada e rinfodero l'arco..."

Master : "Impieghi un Round per l'estrazione e un Round per rinfoderare l'arma..."

PG: "Cerco passaggi segreti su tutte le pareti..."

Master : "La stanza è molto grande, impieghi mezz'ora ovvero 3 Turni"

PG: "Curo le mie ferite e mi riposo finché non recupero la stanchezza..."

Master : "Ti occorre un Round per curarti e 6 ore di riposo per recuperare..."

Come si può notare Round, Turni, Minuti e Ore si fondono perfettamente e sono usate indistintamente.

Una nota importante per quanto riguarda il Round è il Combattimento.

Nel combattimento è frequente l’uso dei round perché è rapportato ad ogni azione che richiede tempo ovvero colpire, difendersi, lanciare frecce, lanciare magie,etc ...

Nella fase di combattimento, è necessario gestire le molteplici azioni tramite un’unità di misura del tempo piccola (Round).

In tal modo si permette al Dm di gestire meglio le singole azioni dei PG.

Per esempio:

PG: "Mi avvicino all'orco, estraggo la spada e lo colpisco alle spalle. Se riesco a farlo svenire gli salto sopra e lo lego con la corda che ho nello zaino...."

Master (Conteggio Round): "Mi avvicino all'orco = 1 Round, estraggo la spada = 1Round, lo colpisco alle spalle = 1 Round, gli salto sopra e lo lego = 1 Round, estrazione della corda dallo zaino = 1 Round..."

Master: "Ok, per effettuare il tuo AGPG di combattimento ti occorrono 5 Round.."

Sarà quindi esclusivamente il Dm a gestire nei combattimenti il tempo e questo assicura che il gioco non sia continuamente interrotto dallo scadere o dall’iniziare di un Round o di un Turno.

In un PBEM però è importante sapere che il tempo non corrisponde a quello reale quindi dieci minuti di gioco potrebbero durare diversi giorni reali ( tutto dipende dalla frequenza di e-mail che si inviano) pertanto queste regole avranno un peso ancora minore che nel D&D da tavolo dove lo svolgersi delle azioni e molto più rapido.

In ogni modo comprendere la gestione dei round e dei turni è molto semplice e basteranno poche ore di gioco per rendersene immediatamente conto e per comprenderne il significato.