Lo Statuto Associativo

STATUTO SOCIALE

ASSOCIAZIONE ”GDRfantasy”

Capitolo 1: COSTITUZIONE

  • ARTICOLO1. DENOMINAZIONE

E’ costituita l’Associazione culturale denominata “GDRfantasy”.

  • ARTICOLO 2. SEDE

L’Associazione ha sede in Ferrara (FE), alla Via Polonia 79

  • ARTICOLO 3. DURATA

La durata dell’Associazione è fissata in anni 50 (cinquanta) e potrà essere prorogata o anticipatamente sciolta con deliberazione dell’Assemblea Straordinaria.

  • ARTICOLO 4. OGGETTO

L’Associazione culturale “GDRfantasy” svolge la propria attività su tutto il territorio nazionale dove sono presenti i suoi soci e attraverso comunicazioni telematiche.

Il circolo culturale non ha scopo di lucro.

IL circolo culturale persegue finalità CULTURALI, RICREATIVE, AGGREGATIVE, con particolare sensibilità alle nuove possibilità offerte dalle TECNOLOGIE INFORMATICHE, allo scopo di:

a) Sviluppare il gioco di ruolo attraverso le nuove tecnologie dell’informazione con possibilità di ampliamento ad altri giochi

b) Fare del Gioco di Ruolo un mezzo con cui tutti i partecipanti insieme possano formare una comunità capace di conseguire attraverso strumenti ricreativi i propri interessi culturali, artistici e letterali, promovendoli e registrandoli a nome e uso del circolo culturale

c) Promuovere il GDR attraverso le nuove tecnologie dell’informazione anche in manifestazioni pubbliche, Convention, fiere ogni tipo di manifestazione ludica indicandolo come nuova realtà che accosta il fascino dell'interpretazione alle nuove forme di comunicazione.

d) Utilizzare gli stessi strumenti informatici allo scopo di contribuire ed invogliare l'alfabetizzazione informatica di nuovi soci che si cimentano per la prima volta in questa esperienza, mediante la divulgazione tecnica informatica per via telematica o mediante convegni di studio sovvenzionati da enti o altre organizzazioni pubbliche o private.

e) Incontri, raduni fissi, e Convention avendo attenzione a distribuire gli incontri in maniera equa dal punto di vista geografico.

f) Puntare alla formazione e l’aggiornamento dei soci, nelle conoscenze e capacità non solo nell’ambito ludico, ma anche nella capacità di coinvolgere altri! Questo nell’ottica del coinvolgimento e della crescita della comunità.

g) Confrontarsi ed interagire con altre associazioni, con le realtà istituzionali dei singoli territori, proporsi ed aprirsi a queste realtà

h) Aumentare la visibilità sul territorio e in internet per promuovere maggiormente il GDR

i) Fare del Gioco di Ruolo un mezzo con cui tutti i partecipanti insieme possano formare una comunità capace di conseguire la propria maturazione umana specialmente sotto l’aspetto dei valori di aggregativi e del reciproco rispetto.

Il circolo culturale si propone di raggiungere i predetti scopi attraverso i seguenti mezzi : Sistemi telematici, operando nell’ambito del settore del tempo libero, con intenzionalità aggregative;

Promozione, attraverso il GDR, di iniziative che privilegino il gruppo e la comunicativa;

Sensibilizzazione della compartecipazione graduale e complessiva di tutti coloro che condividono le finalità del circolo culturale;

Incentivazione della qualificazione e l’aggiornamento dei membri del proprio Staff, dei tecnici attraverso convention, corsi formativi organizzati per le varie categorie di persone, in collaborazione con comuni, circoscrizioni amm.ve, scuole...

Partecipazione a tutte quelle manifestazioni adatte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul GDR e su tutto ciò ad esso connesso.

Tale fine viene perseguito senza alcun scopo di lucro con divieto assoluto di esercizio di attività politica.

Capitolo 2: SOCI

  • ARTICOLO 5. Tipologie di soci

Sono previste le seguenti categorie di soci:

SOCI FONDATORI

SOCI ORDINARI

SOCI GOLD

SOCI SIMPATIZZANTI ed AMATORI

Comma 1:

Soci fondatori

Sono coloro che hanno costituito l’Associazione.

Comma 2:

Soci ordinari

Sono coloro che prendono parte all’attività dell’Associazione e pagano la quota annuale fissata per il biennio ai sensi dell’art. 30 e godono del diritto di voto nelle assemblee dell’Associazione Culturale

Comma 3:

Soci gold

Sono soci ordinari che versano la quota maggiorata per usufruire delle promozioni dell’Associazione Culturale.

Comma 4:

Simpatizzanti ed amatori

Sono soci SIMPATIZZANTI quelli che senza versare una quota associativa, condividono le finalità del circolo culturale, si adoperano e collaborano attivamente a raggiungere tali finalità.

Sono soci AMATORI tutti quelli che saltuariamente verranno a contatto con le iniziative del circolo culturale, anche solo per particolari occasioni

I soci simpatizzanti e amatori non partecipano alle assemblee e non hanno diritto di voto.

Comma 5:

Soci onorari

Sono soci onorari quelle persone a cui il consiglio direttivo ha attribuito per meriti particolari nei confronti dell’Associazione.

  • ARTICOLO 6. Divieto di temporaneità della partecipazione associativa

E’ espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.

  • ARTICOLO 7. Modalità di associazione

L’attività del circolo culturale è aperta a tutti coloro che ne condividono le finalità.

Possono farvi parte maggiorenni di entrambi i sessi, nelle vesti di soci purché collaborino alla realizzazione delle finalità che il circolo culturale si propone di raggiungere.

I minorenni, potranno farvi parte purché autorizzati da un genitore o da chi ne fa le veci che se ne dovrà assumere la completa responsabilità.

Comma 6:

Soci ORDINARI e GOLD

Coloro che intendono aderire all’Associazione con le formule di socio ORDINARIO e GOLD, considerando che il circolo opera prevalentemente attraverso sistemi di comunicazione elettronica (web), all'atto dell'adesione devono:

a) presentare domanda di ammissione, anche in via telematica compilando il form sul sito ufficiale;

b) dichiarare di aver preso visione del presente Statuto e di accettarne integralmente il contenuto;

c) comunicare il proprio Nickname, una Email di riferimento e una Email sostitutiva in caso che la prima non risultasse funzionante;

d) autorizzare l’uso di questa Email di riferimento per tutto quanto è previsto nel “Regolamento riunioni Telematiche”;

e) autorizzare il circolo ad inviare a questa Email di riferimento tutta la documentazione che il circolo riterrà importante che il socio sia a conoscenza;

f) autorizzare il circolo ad inviare a questa Email di riferimento tutto il materiale pubblicitario di cui il circolo si fa portavoce (per un massimo di una mail al giorno);

g) impegnarsi a mantenere questo indirizzo attivo e nel caso che questo indirizzo non funzioni si impegni a comunicarne uno sostitutivo entro 30 giorni e nel frattempo utilizzare la Email sostitutiva, se questo non avvenisse il circolo procederà alla automatica espulsione del socio dal circolo;

h) autorizzare il circolo a considerare lette tutte le comunicazioni che arrivino a questo indirizzo.

i) La domanda, in regola con i punti a),b),c),d),e),f),g),h),i), del presente articolo, sarà esaminata dal Presidente del Consiglio Direttivo (C.D.), che delibera senza dover addurre alcuna motivazione sia in caso di rigetto che di accoglimento.

j) Tutti i soci hanno il dovere di uniformare il proprio comportamento secondo le norme del regolamento interno dell’Associazione.

A tutti i soci sarà creato e messo a disposizione gratuitamente un account email con capienza limitata; per il socio GOLD non vi saranno limitazioni di capienza

Il socio dovrà comunicare il nome di tale account.

Il socio sarà iscritto alla mailing-list ufficiale dei soci ordinari e alla mailing-list di tutti i simpatizzanti il cui scopo è discutere argomenti utili alla crescita del circolo.

Comma 7:

Soci SOSTENITORI e AMATORI

Coloro che intendono aderire all’Associazione con le formule di socio SOSTENITORI e AMATORI, considerando che il circolo opera prevalentemente attraverso sistemi di comunicazione elettronica (web), all'atto dell'adesione devono:

k) presentare ai vari staff di gioco domanda di iscrizione, in via telematica compilando il form sul sito ufficiale; per i soci amatori è permesso l’accesso ad un solo gioco gestito dall’Associazione.

l) Il socio SOSTENITORE, per divenire tale, dovrà prendere contatto con lo staff di gioco o dell’Associazione e dare disponibilità a gestire e coordinare attività ludiche o associative.

m) comunicare il proprio Nickname, una Email di riferimento e una Email sostitutiva in caso che la prima non risultasse funzionante;

n) autorizzare l’uso di questa Email di riferimento per tutto quanto è previsto nel “Regolamento riunioni Telematiche”;

o) autorizzare il circolo ad inviare a questa Email di riferimento tutta la documentazione che il circolo riterrà importante che il socio sia a conoscenza;

p) autorizzare il circolo ad inviare a questa Email di riferimento tutto il materiale pubblicitario di cui il circolo si fa portavoce (per un massimo di una mail al giorno);

q) impegnarsi a mantenere questo indirizzo attivo e nel caso che questo indirizzo non funzioni si impegni a comunicarne uno sostitutivo entro 30 giorni e nel frattempo utilizzare la Email sostitutiva, se questo non avvenisse il circolo procederà alla automatica espulsione del socio dal circolo;

r) autorizzare il circolo a considerare lette tutte le comunicazioni che arrivino a questo indirizzo.

s) La domanda per socio SOSTENITORE, sarà esaminata dal Coordinatore del gioco senza dover addurre alcuna motivazione sia in caso di rigetto che di accoglimento.

t) Tutti i soci hanno il dovere di uniformare il proprio comportamento secondo le norme del regolamento interno dell’Associazione.

A tutti i soci SOSTENITORI e AMATORI sarà creato e messo a disposizione gratuitamente un account email con capienza limitata.

I soci saranno iscritto alla mailing-list di tutti i simpatizzanti il cui scopo è discutere argomenti utili alla crescita del circolo.

Comma 8:

Socio onorario

Caratteristiche, diritti e doveri del socio onoraio

a) La qualifica si acquisisce a titolo gratuito

b) Non può essere richiesta.

c) non è tenuto al versamento della quota associativa

d) non ha diritto di voto in assemblea, salvo che non versi la quota associativa

e) non può rivestire incarichi di direttivo

f) la qualifica è a vita salvo delibere di espulsione per radiazione

g) gode dei diritti del socio ordinario, fatto salvo il diritto di voto in assemblea.

  • ARTICOLO 8. Durata della partecipazione all’associazione

Ogni socio, sottoscrivendo la domanda di ammissione, aderisce all’Associazione culturale e acquisisce la qualifica di socio.

L’adesione all’Associazione in qualità di ORDINARIO e GOLD vale per l’anno solare in cui è stata fatta richiesta e saldata la quota.

La quota associativa:

non può essere trasferita ad alcuno

non è soggetta ad alcuna rivalutazione

può essere rivista dal Direttivo in occasione dell’Assemblea ordinaria

  • ARTICOLO 9.Perdita di qualifica di socio (ordinario e gold)

Comma 1:

Per dimissioni

Con comunicazione da presentare in lista soci ordinari almeno 30 (trenta) giorni prima della scadenza fissata al 31 dicembre di ogni anno.

Rispettata tale data, ogni socio potrà ritenersi svincolato dal circolo culturale e potrà passare ad altre associazioni, senza poter pretendere alcun compenso né rivendicare beni di proprietà del circolo culturale o premi di buonuscita di nessun genere;

Comma 2:

Per morosità

Nel caso in cui il socio ometta il versamento della quota, egli resterà con qualifica di socio ORDINARIO ma senza potere di voto in assemblea.

Nel caso versasse la quota durante l’assemblea, egli riacquisterà tutti i diritti.

Se al termine dell’anno solare di morosità non sarà saldata la quota il socio sarà considerato dimesso; al socio moroso sarà inviata mail da parte del direttivo di dimissioni forzate e sarà sganciato dalla lista soci ordinari.

La qualifica di socio si perde con le seguenti modalità:

in caso di mancato pagamento delle quote sociali entro il 31 gennaio di ogni anno con delibera del C.D.

Nel caso in cui il socio GOLD non versi la quota maggiorata ma solo la quota ordinari egli perderà tale qualifica ma resterà come socio ordinario.

Comma 3:

Per radiazione

Pronunciata nei confronti del socio che si comporti in contrasto con le norme dettate dal regolamento interno o commetta mancanza nei confronti dei dirigenti sociali.

La qualità di socio si perde su deliberazione del C.D. e previo parere del Presidente, nel caso in cui si ravvisi un comportamento contrario alle finalità associative o lesivo nei confronti del circolo culturale stesso.

Il socio che attui comportamenti gravemente pregiudizievoli all'associazione o che attui gravi violazioni alle regole dei giochi gestiti dall’associazione o che violi gravemente le regole dei giochi e le regole di netiquette può essere espulso dall'associazione medesima con il voto della maggioranza dei membri C.D.

In caso di espulsione non viene rimborsata la quota sociale.

  • ARTICOLO 10. Comunicazione di espulsione

Nei suddetti casi le delibere del Consiglio direttivo saranno comunicate all’associato mediante mail privata con ricevuta di ritorno all’indirizzo fornito in sede di adesione all’associazione.

  • ARTICOLO 11. Contraddittorio dell’associato espulso

L’associato espulso per radiazione potrà avviare il contraddittorio contenente le sue contro- deduzioni entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione di espulsione. Il contraddittorio dovrà essere fatto verso l’assemblea dei soci utilizzando apposita mailing-list. L’assemblea dei soci a maggioranza potrà quindi approvare la decisione del direttivo o rettificare la delibera di espulsione reintegrando il socio nella sua qualifica. In quest’ultimo caso, il direttivo tenuto contro delle controdeduzioni e del parere dell’assemblea dei soci dovrà emettere entro 30 gg nuova delibera verso il socio mediante mail privata.

  • ARTICOLO 12. Riammissione dei soci

I soci dimessi per morosità potranno essere riammessi con la procedura di cui all’art. 11 e previo pagamento di tutte le quote arretrate.

  • ARTICOLO 13. Provvedimenti disciplinari

A carico del socio possono essere adottati, oltre a quanto stabilito dall’art. 13. Paragrafo 2.8.1.3., anche i seguenti provvedimenti disciplinari per comportamento contrario alle finalità dell’Associazione:


a) ammonizione;

b) sospensione dall’attività o da incarichi sociali per un periodo di tempo determinato dal C.D. a seconda dei casi;

c) interdizione alla partecipazione ai giochi (tutti o solo alcuni) gestiti dall'associazione;

d) radiazione.

  • ARTICOLO 14. Compiti del consiglio direttivo

Entro 30 (trenta) giorni dall’accoglimento della domanda di ammissione il Presidente del C.D. provvederà alla trascrizione nel Libro dei Soci del nuovo associato indicandone la qualifica, ai sensi dell’art. 5.

Capitolo 3: ASSEMBLEA

  • ARTICOLO 15. Assemblea ordinaria dei soci

L’Assemblea Ordinaria dei soci è sovrana e si riunisce almeno una volta l’anno entro 8 (otto) mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale, che coincide con l’anno solare, per l’approvazione del rendiconto economico e finanziario annuale, su iniziativa del Presidente del C.D. d’intesa con gli altri membri del C.D. L’Assemblea, inoltre, definisce il numero dei componenti del C.D. e ne elegge i singoli componenti e decide su tutte le questioni che il C.D. ritiene opportuno sottoporre alla sua approvazione.

  • ARTICOLO 16. Assemblea ordinaria biennale

Ogni 2 (due) anni, a decorrere dalla data di costituzione, il Presidente deve convocare una Assemblea Ordinaria ponendo all’ordine del giorno i seguenti temi.

a) relazione tecnica e morale;

b) relazione sulla situazione finanziaria dell’Associazione;

  • ARTICOLO 17. Assemblea straordinaria

L’Assemblea Straordinaria è chiamata a deliberare sui seguenti argomenti:

a) modifiche statutarie;

b) scioglimento dell’Associazione;

L’Assemblea è convocata dal Presidente del C.D. su richiesta:

a) del Consiglio Direttivo col voto favorevole di 2/3 (due/terzi) dei componenti;

b) da un numero di soci pari a 1⁄4 (un/quarto) della compagine sociale.

I richiedenti dovranno presentare domanda scritta al Presidente proponendo l’ordine del giorno. Il Presidente, esaminata l’istanza e verificato che la richiesta sia attinente a temi di interesse dell’Associazione e in linea con le norme del presente Statuto, provvede alla convocazione entro 30 (trenta) giorni dalla richiesta.

  • ARTICOLO 18. Convocazione assemblea

La convocazione dell’Assemblea Ordinaria e/o Straordinaria deve avvenire con invio di mail alla mailing-list soci ordinari a cui sono agganciati tutti agli account di posta elettronica dei soci.

L’avviso di convocazione deve contenere, a pena di nullità, gli argomenti all’ordine del giorno , la data, l’ora e il luogo dell’Assemblea in prima convocazione e la data, l’ora e il luogo dell’Assemblea in seconda convocazione.

L’avviso di convocazione, inoltre, deve essere affisso almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata per l’Assemblea presso la sede sociale e sul sito ufficiale dell’associazione.

  • ARTICOLO 19. Quorum costitutivi e deliberativi

Possono partecipare, con diritto di voto alle Assemblee, tutti i soci FONDATORI, ORDINARI e GOLD che risultino in regola col versamento delle quote associative e che risultino iscritti nel libro soci.

L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita in prima convocazione quando siano presenti almeno la metà dei soci aventi diritto al voto. In seconda convocazione L’Assemblea ordinaria è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentati.

L’Assemblea Ordinaria delibera col voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti.

L’Assemblea Straordinaria è validamente costituita in prima e in seconda convocazione quando siano presenti o rappresentati almeno i 2/3 (due/terzi) degli aventi diritto al voto.

L’Assemblea Straordinaria delibera in prima e in seconda convocazione col voto favorevole di almeno i 2/3 (due/terzi) degli aventi diritto al voto.

  • ARTICOLO 20. Deleghe

Per l’Assemblea sono ammesse deleghe non superiori a 3 (tre) per ciascun socio.

  • ARTICOLO 21. Diritto al voto

Hanno diritto di voto e di elettorato attivo tutti i soci che, il giorno in cui ha luogo l’Assemblea, abbiano compiuto i 18 (diciotto) anni, siano in regola con il versamento delle quote associative e siano iscritti da almeno 3 (tre) mesi nel libro soci.

I membri del C.D. non hanno diritto di voto per le delibere attinenti al proprio operato.

  • ARTICOLO 22. Organi dell’assemblea

L’Assemblea nomina un proprio Presidente, un Segretario fra i soci maggiorenni.

Di ogni Assemblea va redatto il verbale, firmato dal Presidente, dal Segretario.

  • ARTICOLO 23. Pubblicità delibere assembleari

Le deliberazioni dell’Assemblea Ordinaria e Straordinaria devono essere riportate nel Libro Verbali Assemblee, tenuto a cura del Presidente del C.D. e pubblicate sul sito internet ufficiale dell’Associazione.

Capitolo 4: CONSIGLIO DIRETTIVO

  • ARTICOLO 24. Elezione del consiglio direttivo

Il C.D. è eletto, a scrutinio palese, dall’Assemblea Ordinaria dei soci, che provvede a nominare tra i Consiglieri eletti, il Presidente.

Il C.D. dura in carica 4 (quattro) anni, al termine dei quali il Presidente dovrà provvedere a convocare l’Assemblea ordinaria per l’elezione del nuovo C.D.

  • ARTICOLO 25. Composizione del consiglio direttivo

L’Associazione è retta da un C.D. di tre o sei membri, composta dal Presidente, da un Vicepresidente e dai Consiglieri, eletti ogni quadriennio dall’Assemblea Sociale a scrutinio segreto tra i soci maggiorenni in numero non inferiore a 3 (tre) e non superiore a 6 (sei).

Gli eletti rimangono in carica 4 (quattro) anni e sono rieleggibili.

Le deliberazioni del C.D. sono valide quando alla riunione sia presente la maggioranza dei suoi componenti.

Nel caso di parità è dirimente quello del Presidente..

  • ARTICOLO 26. Nomina figure operative del direttivo

Nella sua prima riunione il C.D. nomina, nel suo seno, il Segretario e il Tesoriere.

Dovendo operare principalmente sul web, il Presidente può proporre l’inclusione nel direttivo anche delle seguenti figure: web-master (per la gestione dei siti internet), pubblic-relation (per la gestione dei sistemi di comunicazione verso l’esterno).

  • ARTICOLO 27. Convocazione del consiglio direttivo

Il C.D. discute della vita associativa sulla mailing-list del direttivo si riunisce almeno 1 (una) volta l’anno su convocazione del Presidente o quando venga richiesto da 1/3 (un/terzo) dei componenti del Consiglio.

  • ARTICOLO 28. Compiti del consiglio direttivo

Sono compiti del C.D.:


a) esaminare le domande di ammissione ed accettare le dimissioni dei soci;

b) adottare provvedimenti disciplinari;

c) compilare il bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre all’Assemblea e curare gli affari di ordine amministrativo;

d) redigere il regolamento interno;

e) stabilire le date dell’Assemblee Ordinarie e convocare quelle Straordinarie quando lo reputi necessario o ne venga fatta richiesta in base all’art. 19;

f) determinare ogni anno le quote sociali;

g) garantire che tutte le attività vengano svolte nel rispetto delle finalità del circolo culturale;

h) illustrare all’assemblea dei soci, all’inizio dell’anno sociale, il programma delle attività che il C.D. intende realizzare nel corso dell’anno sociale;

i) compiere tutti quegli atti e prendere tutte le decisioni opportune per il buon andamento del circolo culturale, tramite l’emissione di disposizioni e provvedimenti;

j) coordinare, sviluppare ed attuare l’attività di tutto il circolo culturale. Ne tutela gli interessi, le finalità presso le istituzioni di riferimento; ne cura la promozione presso privati e sponsor;

k) promuovere tutta l’attività di formazione ed aggiornamento;.

l) approvare e coordinare le varie attività di settore;

m) istituire nuovi settori e proporre nuove attività.

  • ARTICOLO 29. Compiti del presidente del consiglio direttivo

Il Presidente dirige la Società e ne è il legale rappresentante.

Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in quelle mansioni alle quali viene espressamente delegato. In caso di assenza o impedimento del Presidente assume le sue funzioni il Vice Presidente.

  • ARTICOLO 30. Responsabilità del consiglio direttivo

Il Presidente e il C.D. sono responsabili del buon andamento finanziario e rispondo in proprio delle eventuali spese straordinarie non approvate dall’Assemblea. Per le obbligazioni sociali rispondono personalmente e solidamente verso terzi, in particolare il Presidente e i componenti il C.D., che hanno agito in nome e per conto della Società. Gli altri soci, per patto espresso, non assumono nessun obbligo.

  • ARTICOLO 31. Sostituzione di un membro del c.d.

In caso di dimissioni o di allontanamento di un membro del C.D. il Presidente convocherà immediatamente l’Assemblea dei Soci per provvedere alla nomina del nuovo Consigliere, che resterà in carica fino alla scadenza del mandato dell’intero C.D.

Capitolo 5: ENTRATE E PATRIMONIO SOCIALE

  • ARTICOLO 32. Entrate

Le entrate della società sono costituite:

a) dalle quote sociali;

b) dalle eventuali elargizioni fatte dai soci o da terzi a titolo di liberalità;

c) dai proventi finanziari derivanti dall’attività;

d) da tutte le altre entrate che possono concorrere a vantaggio dell’Associazione.

  • ARTICOLO 33. Divieto di distribuzione del patrimonio sociale

Gli utili, le riserve, i fondi e il capitale non potranno in nessun caso essere distribuiti, a meno che tale distribuzione non sia prevista dalla legge.

Capitolo 6: SCIOGLIMENTO

  • ARTICOLO 34. Modalità di scioglimento

L’Associazione non può essere sciolta se non per delibera di un’Assemblea Straordinaria convocata espressamente.

Per lo scioglimento è richiesta la maggioranza prevista per le modifiche statutarie.

  • ARTICOLO 35. Trattamento patrimonio sociale in caso di scioglimento

In caso di scioglimento il patrimonio dell’Associazione dovrà essere devoluto ad altra Associazione avente finalità analoghe o ad altre Associazioni aventi fini di pubblica utilità, ascoltato l’organismo di controllo previsto dalla legge n. 662 del 23/12/96, salvo diversa disposizione di legge.

Capitolo 7: MODIFICHE STATUTARIE

  • ARTICOLO 36. Modifiche statutarie

Ai fini delle modifiche statutarie si applicano le disposizioni di cui agli articoli 20 e 21 del presente Statuto.

Capitolo 8: DISPOSIZIONI GENERALI

  • ARTICOLO 37.

Del presente Statuto il Presidente della Società dovrà firmare 3 (tre) copie, una delle quali verrà depositata presso gli archivi sociali.