Gioco di Squadra

E' necessario chiarire subito il significato di Leader e Gioco di Squadra.

In base all'esperienza maturata nelle liste di gioco e nelle ore passate a seguire nuovi gruppi è opportuno affermare che i " Leader ", intesi come " capigruppo " non esistono e non dovranno esistere.

Questa condizione è vera sino a che il gruppo, in totale democrazia, non scelga un leader in maniera univoca.

Tale affermazione rimane vera se il "leader" è un trascinatore, un personaggio particolarmente carismatico che tende a far avanzare il gruppo nei momenti di calma per quanto riguarda l'invio di e-mail, un abile scrittore capace di coinvolgere se stesso, il Master e il resto del gruppo all'interno dell'esperienza di gioco.

Questo è l'unico giocatore che è in grado di essere Leader senza danneggiare il divertimento del PBEM.

In caso contrario nominarsi " leader " è nocivo alla propria esperienza e a quella degli altri giocatori.

D&D è un gioco di ruolo dove si interpreta il proprio personaggio cercando di armonizzare le avventure con i propri compagni.

E' un gioco di squadra dove si coprono le spalle all'altro, si aiutano i compagni e si spartiscono i tesori in parti uguali in perfetto accordo con tutti i membri.

Le avventure si affrontano insieme, i mostri si uccidono insieme e i dungeons si percorrono insieme.

Una sorta di tavola rotonda di re Artù: nessuno è superiore o inferiore all'altro e nessuno comanda, tutti siedono a capo della tavola. Ogni tentativo di essere un Leader ben presto rivelerà una delusione ed una perdita di tempo.

Si tenga in considerazione che il Master non tiene conto d’eventuali leader nominati sul campo.

Ognuno ha gli stessi diritti dell'altro.

Ogni tesoro sarà spartito in parti uguali ed ogni Punto esperienza verrà diviso tra tutti i giocatori (sia che abbiano partecipato o meno ad uno scontro o ad un evento).

Chi cerca di dominare gli altri membri del gruppo, normalmente, assume un ruolo di caotico.

Interpretare personaggi Caotici vuol dire assumersi certe responsabilità in termini di interpretazione.

E' importante ricordare che il caotico non è " Cattivo " o " Arrogante " o " Presuntuoso " o " Dominante ".

Caotico è colui che segue la legge del caos, del disordine, della casualità.

Esistono modi differenti per interpretare un personaggio caotico:

- Il personaggio è adorabile, gentile, disponibile, cordiale ma quando c'è un combattimento invece che colpire un nemico pugnala un amico alle spalle;

- Il personaggio è tranquillo, pacato, silenzioso e affabile ma al momento del sonno scappa con tutti i tesori;

- Il personaggio è spavaldo, irruente, coraggioso, eroico e al momento del combattimento invece di aiutare gli amici si tira indietro;

Una buona interpretazione è fondamentale per poter interpretare correttamente un personaggio caotico e si ricorda che l'interpretazione è il requisito fondamentale per accumulare esperienza e per avanzare all'interno del gioco.

Per concludere si suggerisce di collaborare nella riuscita della missione, di non dividere il gruppo, di non intraprendere missioni personali e di non pretendere che i membri facenti parte della compagnia seguano il Leader autonominato contro la propria volontà.

Se giustificate tali comportamenti coprendovi dietro la maschera del caotico sappiate che questa è la mossa sbagliata per crescere e divertirsi.

Il caotico, in conclusione, è colui si cela dietro ad un'apparenza innocua e gregaria ma che nasconde un anima subdola, meschina e maliziosa piuttosto che una figura palesemente aggressiva e dominante le cui uniche gesta sono dettate dalla violenza.