Copiatura incantesimi scritti sul libro

Versione del 11 giu 2019 alle 16:29 di Perian (discussione | contributi) (Creata pagina con "a) Un mago può acconsentire affinchè un altro mago legga il suo libro di magie per copiare incantesimi, in tal caso però il mago che copia subisce un 100% di possibilità d...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

a) Un mago può acconsentire affinchè un altro mago legga il suo libro di magie per copiare incantesimi, in tal caso però il mago che copia subisce un 100% di possibilità di fallimento dovute ad una maledizione (macchia di inchiostro, pagina bruciata ecc ecc).

Una volta fallita la copiatura dal libro di un mago vivo e consensiente, l'inca originale non svanisce dal libro.

NOTA : per un mago, l'atto di accettare che un altro mago legga il proprio libro va contro un esplicita indicazione dei manuali, quindi in questi casi sarà il DM a scegliere la punizione per il mago consensiente valutando tutte la variabili contingenti a tale scelta.

La punizione può essere un decurtamento di px/livelli, scomparsa dell'incantesimo dal libro o altro a scelta del DM

b) Se il proprietario di un libro magico è morto, si può copiare senza maledizioni un incantesimo e questo una volta copiato si cancella dal libro

c) se si trova un libro magico in un tesoro, si può copiare un incantesimo senza subire maledizioni e l'incantesimo si cancella dal libro originale